Barbone Bianco Nano

Paese di origine: Francia
Data di pubblicazione dello standard d’origine in vigore: 03/11/2014
Utilizzo: cane da compagnia

Classificazione FCI:
Gruppo 9 Cani da compagnia 
Sezione 2 Barboni
Senza prova di lavoro

Cenni storici

Etimologicamente, la parola francese “caniche”, deriva da “cane”, termine francese che indica la femmina dell’anatra. In altri paesi, questo termine fa riferimento allo sguazzare nell’acqua.
In origine, questo cane era utilizzato nella caccia agli uccelli acquatici.
Discende dal Barbet di cui ha conservato molte caratteristiche. Nel 1743, si chiamava “la caniche”: femmina del Barbet.
In seguito, il Barbet e il Barbone si diversificarono sempre più.
Gli allevatori si sforzarono di ottenere dei soggetti originali e di colore uniforme.
Il Barbone è diventato molto popolare come cane da compagnia, grazie al suo carattere amabile, gioioso e fedele, ma anche grazie alle sue quattro taglie e i suoi differenti colori che ciascuno può scegliere secondo la sua preferenza.

Il nostro allevamento si è specializzato nella varietà “Barbone Bianco Nano”

Difetti:

Qualsiasi deviazione da quanto sopra deve essere considerato come difetto, e la severità
con cui questo difetto sarà penalizzato, deve essere proporzionata alla sua gravità e le
conseguenze sul benessere del cane.

DIFETTI GRAVI
• Occhi troppo grandi o infossati nelle orbite, insufficientemente scuri.
• Orecchi troppo corti, che non raggiungono la commessura labiale
• Muso “en sifflet” (quando la punta del tartufo va oltre la verticale) o appuntito.
• Canna nasale montonina
• Dorsale cifotica o insellata.
• Coda attaccata troppo bassa
• Groppa avvallata
• Angolazioni del posteriore troppo diritte o iper angolate
• Andatura fluida e allungata
• Pelo rado, molle o duro
• Colore indeciso o non uniforme
• Tartufo parzialmente depigmentato
• mancanza di 2 PM2

Difetti che comportano la squalifica:

• Soggetto aggressivo o pauroso
• Qualsiasi cane che presenta in modo evidente delle anomalie d’ordine fisico e psichico, sarà squalificato..
• Mancanza di tipo ed in particolare nella testa, che denota chiaramente l’immissione di sangue estraneo alla razza.
• Soggetti che superano 62 cm in altezza per i Grande Mole e inferiore a 23 cm per i Toy
• Cane anuro o brachiuro.
• Speroni o tracce di speroni sui posteriori.
• Qualsiasi soggetto che presenti segni di nanismo: cranio globoso, mancanza di cresta
occipitale, stop molto marcato, occhio sporgente, muso troppo corto e voltato all’insù.
• Sutura metopica praticamente inesistente
• Ossatura molto leggera nei Toy
• Coda portata totalmente arrotolata
• Soggetti il cui mantello non è monocolore
• Tutte le macchie bianche sul corpo e/o sui piedi, per tutti i soggetti non di colore
bianco.
• Tartufo completamente depigmentato
• Enognatismo o prognatismo.
• Tutti i problemi di impianto dei denti che potrebbero causare lesioni al cane
(esempio: canino con crescita anomala che tocca il palato).
• Mancanza di un incisivo o di un canino o d’un dente carnivoro.
• Mancanza di un PM3 o di un PM4
• Mancanza di 3 PM o più (tranne PM1)

N.B.

• I maschi devono avere due testicoli di aspetto normale completamente discesi nello scroto.
• Solo quei soggetti sani e capaci di assolvere le funzioni per le quali sono stati selezionati e di morfologia tipica della razza possono essere utilizzati in riproduzione.

Maggiori info? Vuoi contattarmi?

Informativa breve cookie
Questo sito utilizza i cookie tecnici, per le statistiche e di terze parti. NON utilizziamo cookie di profilazione. Puoi avere i dettagli visitando l’informativa estesa sui cookie:
Informativa estesa cookie
Informativa Privacy